Come curare il tuo nuovo tatuaggio

Dal momento in cui esci dallo studio del tatuatore, sarà compito tuo prenderti cura del tatuaggio appena fatto. Le prime ore e i primi giorni successivi sono fondamentali per una buona cicatrizzazione della pelle, perciò è necessario mettere in atto poche semplici regole per mantenerla sempre pulita e idratata. Non dimenticare mai: il tuo comportamento avrà un ruolo fondamentale nel determinare l’aspetto che avrà il tattoo nel tempo a seguire (oltre, ovviamente, allo scongiurare la comparsa di infezioni nell’immediato).

COME TRATTARE UN TATUAGGIO APPENA FATTO

A tatuaggio eseguito, il tatuatore pulisce e sterilizza l’area interessata e applica una benda o una pellicola protettiva. Ti verranno date istruzioni riguardo a quanto spesso lavare il tatuaggio e ti verranno consigliati dei prodotti per l’aftercare.

Durante le prime 2-4 ore dall’uscita dallo studio, NON RIMUOVERE la protezione. Aspetta di essere a casa o in un ambiente pulito e confortevole, assicurandoti di avere a disposizione un sapone antibatterico per lavare le mani.

Dopo avere lavato le mani, rimuovi la benda e lava con delicatezza il tatuaggio usando le dita (pelle su pelle) e acqua tiepida (il sapone altera il Ph e rimuove lo strato di sebo che è la protezione naturale della pelle dagli agenti esterni).

Asciuga con carta assorbente o con un asciugamano pulito.

Lascia respirare per qualche minuto, poi lava nuovamente le mani ed applica uno strato leggero del tuo prodotto aftercare massaggiando delicatamente.
Non bendare più il tatuaggio a meno che non ci sia una perdita importante di fluidi; un abito largo sarà sufficiente a proteggerlo. 
Nel caso tu debba frequentare ambienti particolarmente a rischio (pieni di polvere e sporcizia) usa una benda che protegga la pelle ma che la lasci respirare.

RICORDA

Il rischio di contrarre infezioni è massimo durante le prime ore dall’esecuzione del tatuaggio. 

Prima di coricarti, lava nuovamente il tatuaggio seguendo le indicazioni descritte ed applica uno strato sottile di aftercare. Durante il periodo di guarigione sarà sufficiente eseguire il lavaggio del tatuaggio una volta al giorno ed applicare un sottile strato di aftercare 3 o 4 volte al giorno. Finchè la pelle non sarà guarita, evitare piscine, mare e spiaggia, saune e pratica di sport acquatici.

Non esporre il tatuaggio al sole o a trattamenti abbronzanti.

I tempi medi di guarigione di un tatuaggio variano dai 10 ai 21 giorni
L’uso di un buon prodotto di aftercare non solo previene infezioni ma anche irritazioni e bruciori e scongiura la formazione di croste che, se grattate via, potrebbero portare alla perdita di colore nelle aree del tatuaggio interessate.

CURA A LUNGO TERMINE DEL TATUAGGIO

Ricorda: quando guardiamo un tatuaggio, lo vediamo attraverso l’epidermide, lo strato più esterno della pelle
E’ evidente quindi l’importanza di adottare i dovuti accorgimenti per fare in modo che questo strato di pelle guarisca nel migliore dei modi e si mantenga poi sano ed integro nel tempo. Se l’epidermide non è idratata, l’aspetto del tatuaggio ne risentirà di rimando, apparendo sbiadito e poco luminoso. 
A guarigione avvenuta quindi dovrai preoccuparti di mantenere l’epidermide idratata e in salute (da evitare i detergenti aggressivi) e dovrai sempre proteggere il tatuaggio dal sole con adeguate creme protettive (il sole è il nemico numero uno dei tatuaggi!!!).